La Coscienza di Zeno (CDZ) è una band progressive nata nel 2007 a Genova, inizialmente composta da Gabriele “Estunno” Guidi Colombi al basso (Trama, Narrow Pass, Armalite, Il Tempio delle clessidre, Hidebehind, Not a Good Sign), Andrea Orlando alla batteria (Finisterre, Malombra, Real Dream), Alessio Calandriello nel ruolo di cantante (Narrow Pass, Hidebehind, Lucid Dream, Not a Good Sign), Stefano Agnini e Andrea Lotti alle tastiere, Davide Serpico alla chitarra.

Nel maggio 2011 il primo album de La Coscienza di Zeno, dal titolo omonimo, vede la luce sotto l’etichetta Mellow Records. Il disco viene accolto favorevolmente sia dal pubblico (la prima stampa è andata esaurita in pochi mesi) sia dalla critica specializzata, dalla quale viene indicato come uno dei migliori esordi dell’anno.

Tra il 2011 e il 2012 vengono registrati due brani destinati ad entrare in delle raccolte della Musea Records, la prima dedicata al Decameron di Boccaccio e l’altra allo scrittore H.P. Lovecraft.

Nel Marzo 2012 entra a far parte del gruppo Luca Scherani (Hostsonaten, Trama, Periplo), sostituendo Andrea Lotti alle tastiere. La band si misura sul fronte Live solcando diversi palchi e dividendo esperienze con band quali La Locanda delle Fate, Maxophone, Garybaldi, Accordo dei Contrari e Dawn.

Nel Giugno 2013 esce il secondo album, “Sensitività”, prodotto da Fading Records; questo trova presto numerosi riscontri positivi, tanto che già all’inizio del 2014 ne viene stampata una seconda edizione.

In Maggio il gruppo presenta i nuovi brani sui palchi della Fiera Internazionale della Musica (FIM) e dell’AltrOck Festival, dove partecipano band storiche come Biglietto per l'inferno, The Trip, Delirium e Daemonia (con Claudio Simonetti) e altre più giovani quali Ske, Ciccada (Grecia), Wobbler (Norvegia), October Equus (Spagna), Not a Good Sign e Humble Grumble (Belgio).

Nell’ottobre del 2013 entra a far parte del gruppo il violinista Domenico Ingenito.

A cavallo tra 2013 e 2014 la CDZ partecipa alla Convention Prog-résiste, al Veruno 2daysofprog+1 e alla Fiera Internazionale della Musica (FIM), dividendo il palco con Three Friends, Osanna, Alphataurus, Gianni Leone, Haken, Lazuli, The Watch, Gran Turismo Veloce.

Nella primavera del 2014 viene prodotta da Fading Records la ristampa del primo album omonimo, con un formato rinnovato e l’aggiunta di due bonus track: “Colofonia” e “Il paradiso degli altri”.

A Gennaio 2015 uscirà il terzo disco “La notte anche di giorno” per AltrOck/Fading Records.